Passaparola aprile 2017

Tessere Soci 2017
L’incontro con i volontari delle pulizie
Incontro con la Commissione Consiliare IV
Collaborazione con l’Unità di Strada a Falconara
Riparte il progetto Con… tatto!
Incontro Volontari Accoglienza e Notte
5 per mille alla Tenda
Nuovo codice IBAN

 

 

Tessere Soci 2017

Come ogni anno sono già pronte le tessere dei soci della Tenda e sono già una cinquantina i volontari che hanno pagato la tessera: ben fatto! Sappiamo che spesso il vero problema è ricordarselo, per questo ci pensiamo noi! Vi ricordiamo che il costo è di 12 euro, quando si è in turno è possibile pagare, mettendo i soldi nella cassettina blu e firmando la ricevuta, ricordandosi di indicare nome e cognome, il libretto delle ricevute è anche esso nella cassettina. Oppure consegnate i soldi al volontario in turno che apre, sarà lui poi a riporre i soldi nella cassettina blu, ricordategli che deve fare la ricevuta a vostro nome, in modo che poi vi venga consegnata la tessera!

 

L’incontro con i volontari delle pulizie

Il 15 marzo presso la Parrocchia di San Giuseppe a Falconara, si è tenuto l’incontro con i volontari delle pulizie, i volontari della tenda che rimangono dietro le quinte, ma che sono i pilastri della tenda, che svolgono un lavoro prezioso, rendono la casa bella ed accogliente per gli ospiti e per tutti noi.
All’incontro hanno partecipato alcune delle storiche volontarie della tenda: la maggior parte delle volontarie delle pulizie, infatti, svolgono il loro servizio in tenda da più di vent’anni, con passione e dedizione.
Questo quanto emerso dall’incontro, l’impegno e la passione nello svolgere questo servizio, anche a distanza di tempo; passione che ha subito acceso e colorito la discussione sul turno, su mezzi e strumenti più appropriati per la pulizia della casa.
Dopo una breve presentazione, infatti, ci si è da subito calati nel contesto delle pulizie della casa, sulle migliorie che si potrebbero apportare e i problemi che si incontrano tutti i giorni.
L’esperienza delle nostre volontarie ci ha guidato verso nuove buone prassi tecniche; ci dicono di essere soddisfatte dei prodotti acquistati per le pulizie, ma ci hanno suggerito alcuni piccoli consigli utili come l’utilizzo di strumenti diversi e in alternativa a quelli presenti, perché ognuno in tenda porta un po’ di se e porta anche le proprie esperienze di cura, accudimento e pulizia che si utilizzano in casa.
Uno dei problemi emersi è la presenza di buchi nei turni, da sempre, racconta una volontaria, noi delle pulizie, siamo pochi, ci sono stati sempre dei buchi nei turni, da quando la casa ha aperto!
Ci siamo confrontati anche sulle motivazioni che portano i volontari delle pulizie ad essere di numero inferiore rispetto ai volontari degli altri turni: ovviamente l’orario del turno (che si svolge durante il giorno, quando la casa è chiusa), non si presta a tutti i volontari poiché ricopre una fascia oraria dedicata allo studio o al lavoro;inoltre il turno delle pulizie è un servizio faticoso e non tutti si prestano.
Il consiglio si impegnerà a reperire nuovi volontari per rafforzare il gruppo, per agevolare il lavoro dei nostri affidabili volontari che, anche se pochi, rispettano gli impegni presi e difficilmente saltano il loro turno mensile
Quindi, a voi tutti: passate parola!

 

Incontro con la Commissione Consiliare IV

In questo mese il Comune di Falconara ha convocato la Commissione Consiliare IV per fare una verifica sull’esperienza della gestione del dormitorio invernale. Erano presenti i consiglieri comunali, l’assessore, l’Ass. Sociale che ha coordinato i lavori e le diverse Ass.ni che hanno collaborato. E’ stato ribadito e valorizzato l’impegno di tutti quelli che, volontariamente, hanno dedicato energie e tempo a questo progetto. E’ stata sottolineata l’importanza di passare dall’Emergenza alla Programmazione degli interventi in concertazione con tutti gli attori del territorio a partire già dalla fase di ideazione del progetto. Condividere i progetti significa mettere in comune competenze, professionalità tra pubblico e privato, risorse personali e materiali e soprattutto individuare insieme i bisogni del territorio e gli obiettivi che si vogliono raggiungere. E’ un lavoro che costa fatica: ognuno deve rinunciare a qualcosa per ottenere maggiori risultati per tutti.
A fine riunione è emersa l’idea di valutare l’utilità di un protocollo operativo tra i diversi soggetti per suddividersi i compiti e prevedere delle prassi da attuare al fine di offrire risposte coordinate ai bisogni emergenti nel settore dell’estrema povertà.

 

Collaborazione con l’Unità di Strada a Falconara

Prosegue la collaborazione con l’Unità di Strada di Falconara. Infatti, da questo mese la Tenda preparerà la pasta (si cucina circa 1kg di pasta in più) da distribuire agli ospiti che vengono incontrati dai volontari il giovedì durante la loro uscita. Inoltre, dopo un incontro avvenuto con alcuni volontari del servizio, è emersa l’esigenza di confrontarci sulle problematiche degli ospiti che incontrano in strada, spesso molto radicate, di vario genere e che ostacolano e rendono difficile la relazione con la persona.

 

Riparte il progetto Con… tatto!

Riparte il progetto Contatto finanziato dalla banca Cariverona e promosso da sette realtà del territorio (Irs Aurora, Free Woman, Cooss Marche, La Gemma, SS. Annunziata, Opere Caritative Francescane) e con la collaborazione di altri servizi pubblici del territorio. Il finanziamento, per quest’anno, sarà anche maggiore: ci saranno più risorse per i nostri utenti ma anche più lavoro ed impegno per tutti!

 

Incontro Volontari Accoglienza e Notte

Ogni giorno, alle 18:30, la porta verde di Via Flaminia 589 si apre e lascia entrare un mondo in casa. Un mondo fatto di differenze culturali, colore, lingue; ma anche di paura, di ansia, di problemi e di compromessi. Per riflettere assieme e fare chiarezza sul nostro servizio, così bello ma così complesso, i volontari di notte e accoglienza si sono incontrati con alcuni consiglieri nei locali della Parrocchia di San Giuseppe.
Per cominciare – e per evitare di addormentarci – abbiamo giocato a “simulare” un turno di accoglienza: uno di noi recitava la parte del volontario, l’altro la parte dell’ospite! E’ è stato un pretesto (allegro e divertente) per cominciare a parlare degli aspetti più delicati e difficili del nostro servizio: avere un atteggiamento accogliente ed educato e, nello stesso tempo, far rispettare il regolamento che tiene in piedi la nostra struttura; comunicare quello che succede ai volontari dei giorni successivi (quaderno delle osservazioni e referente settimanale); svolgere tutti i compiti che tengono in piedi la casa ed adempiere alla burocrazia.
Per citare alcune buone abitudini da tenere in Tenda:
– Potrà sembrare ovvio ma… quando incontriamo un ospite, presentiamoci! Diciamogli il nostro nome e cerchiamo di ricordarci il suo; stringiamogli la mano come faremmo con chiunque altro
– Prima di lasciare che l’ospite entri dalla porta della casa chiediamogli il documento: controlliamo che sia davvero già stato accolto o che non ci siano limitazioni alla sua entrata (tre mesi dall’ultima accoglienza e nessuna espulsione) : se così non è, continuiamo a parlarci da fuori.
– Carta di identità italiana o straniera, passaporto, patente e permesso di soggiorno sono gli unici documenti che ci permettono di accogliere un ospite con serenità: in tutti gli altri casi chiamare il referente settimanale
– Manteniamo la calma ed usiamo tutta la nostra attenzione per capire gli ospiti, per chiarire i loro dubbi e spiegare le nostre ragioni: è una cosa che sappiamo fare, basta concentrarsi. Un linguaggio semplice, chiaro e sintetico ci sarà di grande aiuto.
– Per qualunque dubbio, per richieste di aiuto se ci troviamo in difficoltà, per comunicare informazioni importanti, telefonare al referente settimanale : meglio una chiamata in più che trovarsi un problema evitabile il giorno dopo.

 

5 per mille alla Tenda

Se sei interessato a destinare il tuo 5×1000 dell’IRPEF al sostegno del servizio alle Persone Senza Dimora offerto dalla nostra associazione, ci sono tre modi diversi di farlo. Puoi:
– compilare un’apposita scheda se non denunci alcun reddito;
– oppure se fai il modello 730, compilare anche il modulo 730bis;
– oppure, quando consegnerai il modello UNICO, devi scriverlo nel frontespizio vicino alle informazioni sulla destinazione dell’8 per mille.
Prendi i documenti che ti servono e annota questi dati; occorre
1.firmare in corrispondenza della dicitura “Sostegno delle organizzazioni non lucrative”
2.scrivere il codice fiscale della Tenda: 93023980423
Chiediamo a tutti di diffondere quanto più possibile l’iniziativa, e di fornire a quelli che conosciamo (parenti, amici, conoscenti, colleghi di lavoro) il nostro codice fiscale. Se il cittadino non esprime alcuna preferenza, il 5 per mille resterà allo Stato.
Nella sezione documenti/sensibilizzazione del nostro sito www.tendadiabramo.it trovi un volantino che puoi fotocopiare e distribuire a chi vuoi.

 

Nuovo codice IBAN

A partire dal 20 febbraio 2017 è cambiato il nostro codice IBAN e dunque chi intende fare donazioni tramite bonifico dovrà utilizzare un nuovo codice:
IT45Y0311137350000000011693